Contributo PNRR del 50% per gli impianti di liquefazione gas naturale e biometano

Si possono già presentare le domande per accedere ai contributi a fondo perduto previsti dal decreto ministeriale 191 del 27 giugno 2022 per la realizzazione di impianti di liquefazione di gas naturale e biometano, di punti di rifornimento nei porti di gas naturale liquefatto e per l’acquisto di navi.

Per poter presentare la domanda, i richiedenti devono essere operatori economici della filiera.
L’importo ammissibile degli investimenti non può superare il fatturato degli ultimi tre bilanci approvati.
Il contributo a fondo perduto è pari al 50% degli investimenti.

Sono ammessi a contributo gli impianti di liquefazione di gas naturale ubicati in uno dei comuni della nuova Carta degli aiuti UE. Se si tratta di bio-gas invece sono ammessi a contributo gli impianti realizzati su tutto il territorio nazionale senza alcuna limitazione.

Il decreto ministeriale stabilisce le specifiche tecniche degli impianti che possono essere ammessi a contributo.

Il contributo è erogato per un 20% in anticipo all’atto di avvio dei lavori, per il 60% in massimo 5 rate a stato di avanzamento lavori, per il 20% a 120 giorni dalla conclusione dell’investimento.
La graduatoria viene redatta sulla base di alcuni indicatori di merito.

I nostri esperti nei bandi con graduatoria sono a vostra disposizione per presentare la domanda e seguire la fase di istruttoria e rendicontazione delle spese. Compila il form presente sulla pagina.

Torna su